“Di razza ebraica”: vivere le leggi razziali

“Di razza ebraica”: vivere le leggi razziali

Presentiamo con piacere questo evento organizzato dalla nostra socia Carmen dell’Aversano.

Pur non essendo in senso stretto un evento XlinX, crediamo meriti supporto nella diffusione, se non altro per l’alto valore etico dell’iniziativa.

“Di razza ebraica” si svolgerà a Pisa, in via degli Uffizi 1 presso lo spazio “Sotto le Logge”, il prossimo 11 giugno 2018 dalle 17:00 alle 20:00.

Di seguito il comunicato stampa:

Scopo di questo evento, pensato per il secondo congresso dell’AIPH (Associazione Italiana di
Public History), è far uscire la storia dalla modalità spesso libresca e invariabilmente passiva che
caratterizza ancor oggi la maggior parte delle proposte didattiche e comunicative, sia nel nostro
Paese che all’estero, per farla diventare un’esperienza. La trasmissione di informazioni precise e
dettagliate, che derivano da un lungo e scrupoloso lavoro di documentazione, assistito dalla
consulenza di specialisti, si associa all’immersione in situazioni impreviste e spiazzanti, in grado di
generare un forte coinvolgimento emotivo e di imporsi come intense e memorabili.
L’idea di questo evento si ispira a una forma artistica che comincia ad essere sempre più nota,
anche nel nostro Paese, con l’acronimo LARP (Live Action Role Play, gioco di ruolo dal vivo), e
nasce da una lunga, intensa e fruttuosa collaborazione tra il Centro Interdipartimentale di Studi
Ebraici dell’Università di Pisa e Secondi figli, associazione culturale che a Pisa promuove il gioco
di ruolo dal vivo ed altre esperienze collegate. È superfluo precisare che nel contesto LARP il
termine “gioco” non è il contrario di “serio”, ma designa unicamente la creazione di un universo di
esperienze parallelo a quello della vita di tutti i giorni.
Per quanto in tutto il mondo la forma LARP venga regolarmente usata per esplorare temi
eticamente e policamente rilevantissimi, sia della storia sia dell’attualità, con risultati di grande
coinvolgimento e, conseguentemente, di apprezzabile portata etica e sociale, per quanto ne
sappiamo questa è la prima volta che un’esperienza riconducibile al LARP ha per oggetto le leggi
razziali.
È evidente che il senso e il valore di questa iniziativa si fondano sul rispetto non soltanto della
verità storica (garantito dalla consulenza di specialisti, a cui va la nostra riconoscenza), ma anche e
soprattutto della sensibilità delle persone della cui storia (individuale e collettiva) fa parte
l’esperienza della persecuzione inaugurata dalle leggi razziali. Per questo il progetto è stato
sottoposto alla Comunità ebraica di Pisa e, per il tramite di questa, alla presidenza dell’UCEI
(Unione delle Comunità Ebraiche Italiane), che hanno garantito la loro piena approvazione.

Si ringrazia anche la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC di Milano per aver messo gentilmente a disposizione documenti tratti del suo straordinario archivio.
L’iniziativa è progettata per garantire l’inclusione immediata e aproblematica nell’esperienza di
chiunque sia interessato a partecipare, senza necessità di preparazione preliminare o di
prenotazione. Il luogo, lo spazio “Sotto le logge” (via degli Uffizi 1, di fronte alle Logge dei
Banchi, a Pisa, spazio gentilmente concesso dall’architetto Roberto Pasqualetti in rappresentanza
del Comune di Pisa), si trova al centro della città in una zona intensamente frequentata, e faciliterà
un afflusso intenso; è possibile prenotarsi scrivendo a eventoleggirazziali@gmail.com
Il nostro lavoro è finalizzato a proporre una simulazione il più possibile diretta e coinvolgente di
quella che è plausibile sia stata per gli ebrei italiani l’esperienza della promulgazione delle leggi
razziali, e degli eventi successivi. È comunque importante precisare che l’iniziativa non intende
proporre una replica esatta di eventi storici precisi che si sono verificati in luoghi e momenti
specifici, bensì un modello generale di ciò che, in base alla documentazione storica disponibile e
alle sue interpretazioni più autorevoli e accreditate, è plausibile sia stato esperito dalla maggioranza
degli ebrei italiani: anche se l’evento avrà luogo a Pisa, il suo oggetto sarà la condizione degli ebrei
italiani in genere, non soltanto o specificamente a Pisa o in Toscana. Come per tutte le forme d’arte,
l’obiettivo che si prefigge il nostro lavoro non è il vero bensì il verosimile.
È naturalmente imprescindibile garantire in ogni momento il rispetto dei limiti dei partecipanti: al
momento di iniziare il gioco a ciascuno verrà spiegato che, se si sente eccessivamente a disagio,
può rivolgersi in qualsiasi momento ai responsabili dell’evento (che saranno sempre
immediatamente identificabili), che gli permetteranno di allontanarsi.

Questo lavoro non sarebbe stato possibile senza il sostegno di:

Arturo Marzano (Università di Pisa);
Ilaria Pavan (Scuola Normale Superiore, Pisa);
Guri Schwarz (Università di Genova);
Enrica Salvatori (Università di Pisa, Associazione Italiana di Public History);
Nicoletta Salvatori;
Arch. Roberto Pasqualetti (Comune di Pisa);
Fondazione CDEC Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea;
Veronica Angeli;

e soprattutto Alessandra Veronese, direttore del CISE–Centro Interuniversitario di Studi
Ebraici dell’Università di Pisa, che ha creduto fin dall’inizio nel progetto, ci ha dato tutto
l’appoggio della sua autorevolezza, ed è intervenuta con grande generosità a risolvere situazioni di
reale emergenza.

A tutti loro i nostri più sinceri ringraziamenti.
La responsabilità delle “licenze poetiche”, inevitabili in un evento di questo genere, resta
naturalmente nostra.

Non Solo Virus – Le trappole di Internet con Paolo Attivissimo – Pisa, 23 maggio 2018

Come usare Internet, social network, smartphone, computer e altri dispositivi digitali senza esserne usati, impostandoli nel modo corretto: una panoramica ricca di esempi concreti delle
principali trappole informatiche, spesso inattese, dalle truffe online al cyberbullismo passando per la condivisione spesso eccessiva e inconsapevole di dati personali abusabili.
Per ciascun problema viene proposta la rispettiva soluzione pratica.

Paolo Attivissimo

In compagnia di Paolo Attivissimo  (giornalista e consulente informatico, traduttore tecnico, divulgatore scientifico, cacciatore di bufale, studioso della disinformazione nei media), XlinX ha organizzato a Pisa, presso il cinema-teatro Lumiére, uno speciale aperitivo con l’informatica dalle 19:00 alle 21:00 del prossimo 23 Maggio 2018.

L’aperitivo si svolge presso i locali del Lumiere di Pisa, in Vicolo dei Tidi 6 ed è previsto un ticket di ingresso di 7 Euro, che dà diritto ad assistere all’incontro e consumare una bevuta e il buffet dell’aperitivo.

L’evento è organizzato con la collaborazione del Museo degli Strumenti per il Calcolo e dell’Università di Pisa.

Girotondo su π tra formule e racconti – Pisa, 14 Marzo 2018

Girotondo su π tra formule e racconti

(Pisa celebra la giornata mondiale del π)
Museo del Calcolo, Cittadella Galileiana Via dei Macelli 2, Pisa (trav. V. Bonanno Pisano)

Il π è probabilmente la costante matematica più famosa che ci sia: misura il rapporto tra la lunghezza di una circonferenza e quella del suo diametro.

Il suo valore approssimato è 3,14: per questa ragione la giornata mondiale dedicata al π è il 14 marzo (nella notazione usuale americana, in cui il mese precede il giorno, la data viene scritta come 3/14).

Dal momento che in inglese viene spesso designato come “Pi”, la cui pronuncia è identica a “pie” (torta), va da sé che il “Pi-day” sia anche il giorno delle torte. Dal punto di vista matematico, π è un numero interessantissimo: irrazionale (non può essere ottenuto come rapporto di due numeri interi) e trascendente (non può essere soluzione di una equazione polinomiale a coefficienti razionali).

Il suo sviluppo, quindi, è infinito e apparentemente irregolare e imprevedibile, anche se rigorosamente definito. Sofisticate tecniche di calcolo hanno permesso di determinare (a oggi) oltre ventiduemila miliardi di cifre decimali di π. In questa giornata celebrativa vedremo come l’uomo ha cominciato a desiderare di calcolare π, quali aspetti imprevedibili e curiosi questi calcoli abbiano messo in luce e come alcune proprietà di π abbiano stuzzicato la fantasia al punto di generare ottime ispirazioni letterarie.

 

I Bitcoin e le criptomonete – Pisa, 17 Marzo 2017, ore 15

I Bitcoin e le criptomonete, dall’informatica all’economia

Museo del Calcolo, Cittadella Galileiana Via dei Macelli 2, Pisa (trav. V. Bonanno Pisano)

I bitcoin rappresentano la prima criptomoneta (moneta virtuale basata su tecnologie crittografiche) ad essere usata e, ad oggi, quella con maggiore controvalore circolante.

Diverse persone che sono incappate nei ransomware (software malevoli che crittografano il disco fisso rendendolo illeggibile e chiedono un riscatto per sbloccarlo) si sono visti chiedere un pagamento in bitcoin e hanno dovuto, obtorto collo, informarsi sulla loro esistenza.

Una moneta insieme affidabile nelle transazioni ma anonima, non emessa da alcuno stato né soggetta a una banca centrale o ad altra autorità monetaria. Per eccellenza la moneta del dark web, ma pure delle organizzazioni di diritti digitali come la Electronic Frontiers Foundation, oggi è accettata da tutti maggiori colossi del web: da Amazon a eBay, ma anche da alcuni negozi di Pisa.

Queste conferenze, rivolte a chiunque sia interessato alle criptomonete, cercheranno di illustrare con un linguaggio divulgativo, semplice e diretto, sia gli strumenti concettuali e tecnologici alla base delle criptomonete, sia le caratteristi che che esse presentano dal punto di vista dei sistemi monetari.

Programma

15:00 Fabio Gadducci
Apertura dei lavori e benvenuto ai partecipanti
Direttore del Museo degli Strumenti per il Calcolo, Università di Pisa, IT

15:15 Roberto Marangoni
Introduzione generale

Presidente associazione XlinX, Pisa, IT

15:30 Alessandro Zaccagnini
“Due spiccioli” di crittografia: i concetti fondamentali per capire le criptomonete

Dipartimento di Matematica, Università di Parma, IT

16:00 Andrea Bracciali
Blockchain: consenso senza fiducia: cosa c’è alla base dei Bitcoin e di altre criptomonete

Computer Science Department, University of Sterling, UK

16:30 Federico Pintore
Transazioni Bitcoin: come possedere e scambiarsi bitcoin

Dipartimento di Matematica, Università di Trento, IT

17:00 Fausto Soriani
BitcoinATM e altre tecnologie quotidiane: I bitcoin nella vita di tutti giorni

Sistemista, Università di Pisa, IT

17:30 Maria Laura Ruiz
Bitcoin come moneta virtuale: opportunità o problema?

Dipartimento di Economia e Management, Università di Pisa, IT

18:00 Giovanna Mariani
Discussione guidata col pubblico

Dipartimento di Economia e Management, Università di Pisa, IT

Mondi di Luce @Palazzo Blu (Pisa) (19 Sett. 2015 – ore 17:00)

Rassegna “Luce tra Arte e Scienza” nel 2015, “Anno Internazionale della Luce” secondo l’UNESCO

Il 2015 è stato proclamato dall’UNESCO “Anno Internazionale della Luce“, e l’associazione culturale XlinX, col supporto e il patrocinio di numerose Istituzioni ed Enti locali, tra cui l’Università di Pisa, organizza “Luce tra Arte e Scienza” , una rassegna di eventi scientifici e artistici che si svolgerà a Pisa e Provincia tra settembre e dicembre 2015.

Il primo evento è previsto per Sabato 19 Settembre, dalle ore 17, presso l’Auditorium di Palazzo Blu (lungarno Gambacorti 9, Pisa) con un breve saluto degli organizzatori e una presentazione del programma delle iniziative, cui seguirà alle 18 l’inaugurazione della mostra “Mondi di Luce“, lightbox di Carmen dell’Aversano di cui diamo nel seguito una sintetica presentazione.

Al tempo stesso opere d’arte e raffinati oggetti di design, le lightbox nascono da una felice alchimia in cui si congiungono slancio creativo, controllo tecnico e sapienza artigianale, e offrono un modo inedito di vivere l’arte, illuminando con la bellezza gli spazi quotidiani.

Finestre di luce aperte su mondi immaginari, le lightbox hanno il potere di trasformare qualunque ambiente in un luogo magico: una versione contemporanea e onirica di una chiesa immersa nel riverbero multicolore di favolose antiche vetrate.

La qualità visionaria dell’esperienza è esaltata dal carattere originalissimo delle immagini, con il loro uso astratto di elementi figurativi, il loro stile insieme iperrealistico e surreale, la loro varietà e ricchezza cromatica, i loro temi enigmatici. Un mondo fantastico, radicalmente altro e fisicamente inattingibile, si offre alla percezione immediata come un oggetto sensibile e concreto, generando la sensazione straordinaria di un’immersione durevole, vigile e reale nel sogno.

La mostra rimane aperta fino al 25 Ottobre, e sarà liberamente visitabile negli orari di apertura di Palazzo Blu.

Il 24 Ottobre, giorno prima della chiusura, sempre alle 17 a Palazzo Blu, si terrà la controparte scientifica di questo primo evento: il prof. Lamberto Maffei, neurofisiologo della visione di fama internazionale e vice-presidente dell’Accademia dei Lincei, terra’ una conferenza divulgativa sul tema del rapporto tra Arte e Visione.

L’ingresso a questa iniziativa è libero e gratuito, non occorre prenotare.

Tra la presentazione dell’iniziativa e l’inaugurazione della mostra ci sarà un piccolo rinfresco con bollicine e bianchi offerti dalla Fattoria l’Uccelliera di Fauglia.

Mondi di Luce @Navicelli (Pisa) (6 Settembre 2013 – Ore 18:00)

La nostra socia fondatrice Carmen dell’Aversano, presenta la sua istallazione personale di light-box alla Navicelli, immediatamente prima di CantinaJazz.

Il ricavato della mostra sarà interamente devoluto all’alimentazione e alle cure veterinarie dei gatti randagi di Pisa e di Livorno, in collaborazione con l’associazione UNA (Uomo, Natura, Animali), delegazione di Pisa.

Per ulteriori informazioni visitate il sito personale dell’artista: ShadowsOfTheWorld.

Seminario interdisciplinare @La Limonaia (Pisa) – 12 Ott. 2012

In collaborazione con La Limonaia scienza viva, associazione per la diffusione della cultura scientifica:

ACTG: Ascose Tracce Celate nei Genomi

Un excursus (divulgativo) tra Crittografia e Bioinformatica presentato da Alessandro Zaccagnini – Dip. di Matematica, Università di Parma e Roberto Marangoni – Dip. di Biologia, Università di Pisa.

 

Il 12 Ottobre 2012 – ore 17.00 presso la Limonaia di Palazzo Ruschi vicolo del Ruschi, 4 – Pisa